Perché iscriversi alle Acli?

Le Acli, Associazioni cristiane lavoratori italiani, sono nate nel 1944.

Sono un’associazione di laici cristiani che promuove il lavoro e i lavoratori, educa ed incoraggia alla cittadinanza attiva, difende, aiuta e sostiene i cittadini, in particolare quanti si trovano in condizione di emarginazione o a rischio di esclusione sociale.

Attraverso una rete diffusa e organizzata di circoli, servizi, imprese, progetti ed associazioni specifiche, le Acli contribuiscono a tessere i legami della società, favorendo forme di partecipazione e di democrazia.

Le Acli sono una “associazione di promozione sociale”, un soggetto autorevole della società civile e del mondo del terzo settore: il volontariato, il non profit, l’impresa sociale.

‚Äč

“Le Acli e la loro rete di servizi, associazioni specifiche e imprese sociali, contano oggi oltre 880.031 iscritti, in Italia e all’estero, e 7.001 strutture territoriali, tra cui 2.899 circoli, 105 sedi provinciali e 21 regionali; ogni anno vengono forniti servizi a circa 3 milioni e mezzo di persone”.

I principali settori di intervento:

la tutela e la promozione dei diritti sociali e l’educazione alla cittadinanza attiva

l’assistenza previdenziale (Patronato) e fiscale (Caf)

il sostegno agli agricoltori (Acli Terra)

la formazione professionale (Enaip)

l’animazione culturale (Acli arte e spettacolo) e sportiva (Us Acli)

il turismo sociale (Cta)

la promozione della donna (Coordinamento Donne), degli anziani (Fap)

e della condizione giovanile (Ga)

l’impegno per la pace, lo sviluppo, la solidarietà internazionale (Ipsia)

l’impegno con gli immigrati (Acli Colf e Area Immigrati)

Oggi, l’Associazione è presente in 30 Paesi nel mondo (Fai), con esperienze antiche ed iniziative nuove. Dalla presenza lungo le strade dell’emigrazione italiana (dall’Europa al Sudafrica, dall’America del Nord a quella del Sud, per finire all’Australia), alle numerose e ormai consolidate esperienze di cooperazione e promozione sociale in Brasile, in Argentina, nei Balcani (Kosovo, Bosnia Erzegovina, Albania), e in Africa (Kenya, Mozambico e Senegal).

In Terra Santa, a Betlemme, presso la Casa della Pace, le Acli gestiscono un Centro di formazione professionale per giovani palestinesi, insieme con la Fondazione Giovanni Paolo II.